La dichiarazione dei corrispettivi della bilancia si può fare senza app, basta avere il registratore telematico

Dal luglio 2019 quasi tutti i farmacisti hanno dovuto installare il registratore connesso con l'Agenzia delle Entrate, perché superano il limite di corrispettivi annuo fissato. Come indicato già a suo tempo nel regolamento dell'agenzia delle entrate, al punto 6, questo permette di non dover usare la app per fare la dichiarazione dei corrispettivi. E' sufficiente digitare mensilmente l'importo prelevato dalla cassetta, nell'apposito comparto previsto nel registratore ( vari nostri clienti lo mettono in 'servizi con iva'). In pratica tutto è più o meno come prima. Abbiamo passato un anno e mezzo di complicazioni e costi inutili, visto che già si sapeva che sarebbe finito così, sarebbe stato più saggio da parte del legislatore concedere, ma anche da parte di Federfarma chiedere, una semplificazione in tal senso. Ma, perlomeno, questa è una buona notizia e accontentiamoci di questa. Di seguito l'estratto e il riferimento al documento originale.

Estratto dal Provv. N. 61936 del 30/3/2017
6. Soggetti che hanno esercitato l’opzione ex art. 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127
6.1 I soggetti passivi IVA di cui all’articolo 2, comma 2, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127 che esercitano l’opzione di cui all’art. 2, comma 1, del medesimo decreto possono adempiere all’obbligo di memorizzazione e trasmissione delle informazioni di cui al precedente punto 3.1 utilizzando un Registratore telematico, avente le caratteristiche tecniche descritte nel provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 ottobre 2016 (n. 182017).
6.2 La modalità di adempimento prevista al precedente punto 6.1 è consentita solo con riferimento ai distributori automatici presenti nella medesima unità locale dell’attività commerciale dove è ubicato il Registratore telematico e rispettando le condizioni stabilite dalle specifiche tecniche allegate al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 ottobre 2016 (n.182017).

Di seguito alleghiamo i link ai documenti originali a supporto di quanto abbiamo scritto. Non esitate a contattarci per ogni chiarimento e per segnalare ogni inesattezza.
Massimo Portolani
15/9/2019

  • Risoluzione 44/E del 5/4/2017
  • Provvedimento Agenzia Entrate 30/3/2017
  • Risoluzione N.116/E del 21/12/2016
  • Provedimento Agenzia Entrate 30/6/2016 che definisce le modalità..